Content Marketing Funnel: cos’è e come ottimizzarlo

Che cos’è il content marketing funnel?

Il funnel, o meglio, il marketing funnel è il processo con cui si tenta di convertire un utente in cliente seguendo le logiche dell’Inbound Marketing. Il marketing funnel è suddiviso in 3 fasi: la prima è rappresentata dal Top of funnel (TOFU) e fa riferimento a tutto ciò che contribuisce ad aumentare la brand awareness, segue il Middle of the funnel (MOFU) e rappresenta il momento in cui l’utente manifesta l’intenzione di saperne di più sull’azienda e infine il Bottom of the funnel (BOFU), in cui si concretizza tutto il lavoro che è stato fatto nelle due fasi precedenti e si presenta l’offerta che può spingere l’utente all’acquisto e a diventare cliente.

Come ottimizzare la strategia di content marketing?

Attrarre traffico e generare lead di qualità rappresenta sempre di più una sfida e diventerà sempre più difficile. La pandemia da Covid-19 ha modificato profondamente il nostro approccio alla misurazione delle performance e del content marketing in generale. Attualmente, qualsiasi content creator si trova ad affrontare 3 sfide, correlate con le fasi del funnel di vendita: 

  • Creare contenuti che generino traffico – parte superiore dell’imbuto (TOFU)
  • Coinvolgere la tua audience, mantenere il livello di coinvolgimento della tua audience alto – parte centrale dell’imbuto (MOFU)
  • Generare lead di qualità – parte inferiore dell’imbuto (BOFU)

In questo articolo, ti forniremo dei consigli per ottimizzare al meglio i tuoi contenuti e raggiungere il tuo target di riferimento.

Top of the funnel – analizza i dati per ottenere traffico organico qualitativamente rilevante

Cerca di capire come si comportano gli utenti sul tuo sito web e sulle altre piattaforme. Successivamente, domandati se è necessario rivedere la keyword strategy. Controlla se il volume di ricerca delle tue parole chiave è cambiato. Infine, rivedi il tuo piano editoriale. Preparati a ripetere questo processo mensilmente o addirittura settimanalmente. Non limitarti a guardare solo le parole chiave, cerca di capire il comportamento dei tuoi utenti e distingui il traffico proveniente dalle varie fonti. Ad esempio, gli utenti provenienti dalle Display Ads potrebbero agire in maniera molto diversa rispetto a coloro che ti trovano sul motore di ricerca.

Middle of the funnel – coinvolgi il tuo pubblico con i contenuti

Il livello dell’attenzione degli utenti è sempre più basso e creare dei contenuti che soddisfino la tua audience è sempre più complesso. Risolvere i problemi dei tuoi clienti è importante, ma anche questo potrebbe non essere più sufficiente. Le persone sono alla ricerca di brand in cui rispecchiarsi e con i quali condividere valori e stile di vita. Diversifica i tuoi contenuti e focalizzati sulla user experience, crea contenuti originali, dai spazio alla tua creatività. Successivamente, unisci i dati raccolti dalle diverse fonti e crea una chiara struttura di metriche che utilizzerai per ogni tipo di contenuto e fase di canalizzazione. Ad esempio, alcuni brand creano modelli predittivi o utilizzano analisi avanzate end-to-end per navigare in questo ambiente in continua evoluzione. Infine, inserisci tutti questi risultati nel tuo calendario editoriale e ricordati di analizzare i tuoi contenuti costantemente.

Bottom of the funnel – ottimizza la canalizzazione dei contenuti per generare lead

Analizza i tuoi contenuti e raggruppali in cluster, raggruppa i tuoi post simili sotto argomenti comuni, raccogli i dati di performance del blog e comunica ai tuoi content creator e alle altre parti interessate le informazioni che hai raccolto. In questo modo, potrai ottimizzare il tuo tempo e i tuoi sforzi modificando i contenuti e i temi che non generano risultati. Usa i dati raccolti durante questa analisi per decidere quali lead magnet creare. Ad esempio, se vedi un gruppo tematico di post sul blog che superano costantemente le prestazioni in termini di traffico e lead, potresti voler riutilizzare alcuni di essi in un’offerta di contenuti BOFU. Infine, personalizza i tuoi contenuti, usa le informazioni che hai sul tuo pubblico ed esegui esperimenti A/B per produrre offerte di contenuti segmentati e attirare i tuoi potenziali clienti. Come avrai notato, la crisi pandemica ha cambiato il modo in cui i brand costruiscono le loro strategie di content marketing e misurano i loro risultati. Ciò a sua volta ha aumentato la necessità di fare delle analisi avanzate dei contenuti che possono aiutare a monitorare, analizzare e ottimizzare continuamente le performance nelle diverse fasi di canalizzazione. Per comprendere i tuoi clienti e le loro esigenze, dovrai concentrarti sul percorso olistico dell’acquirente e pensare a possibili contenuti per ogni fase e punto di contatto. Di conseguenza, per ottimizzare la canalizzazione dei contenuti è necessario sfruttare un approccio di marketing basato sui dati.

Hai ancora dei dubbi? Se sì, CONTATTACI! Ti aiuteremo ad elaborare una strategia di data-driven marketing e a raggiungere i tuoi obiettivi di business!

Condividi

Facebook
LinkedIn

Raccontaci la tua idea, la trasformeremo in progetto.

Raccontaci la tua idea,
la trasformeremo in progetto.

Compila il form o chiamaci allo +39 02 89745373