Core Web Vitals: cosa sono e come misurarli

Core Web Vitals: cosa sono

I Core Web Vitals, o Web Vitals, sono l’insieme di metriche relative a velocità, reattività e stabilità visiva. Questi parametri costituiscono un fattore di ranking che l’algoritmo di Google prende in considerazione ai fini del posizionamento di siti e pagine sul web. L’ingresso dei Core Web Vitals nel ranking di Google dimostra ancora una volta quanto sia importante mettere l’utente al centro e garantire una buona User Experience.

I Core Web Vitals sono 3:

  • Largest Contentful Paint (LCP): misura i tempi di caricamento delle pagine. Per garantire all’utente una buona esperienza di navigazione, i siti dovrebbero riuscire a caricare il contenuto di una pagina entro i primi 2,5 secondi.
  • First input delay (FID): misura l’interattività, ovvero il tempo che intercorre prima che un utente possa fare un’azione sulla pagina. Per avere un buona UX, il tuo sito dovrebbe avere un FID inferiore a 100 millisecondi.
  • Cumulative Layout Shift (CLS): misura la stabilità visiva ovvero la variazione dello spostamento imprevisto del layout del contenuto della pagina. Si dovrebbe avere un punteggio CLS inferiore a 0,1 per garantire una buona UX.

Di seguito analizzeremo queste metriche più nel dettaglio.

Largest Contentful Paint (LCP)

Questa metrica valuta la performance di caricamento delle pagine su un sito web. Nel dettaglio, vengono valutati:

  • Elementi di tipo immagini <img>
  • Elementi di tipo immagini <image> dentro a elementi di tipo <svg>
  • Elementi di tipo video <video>
  • Elementi di immagini in background caricati attraverso la funzione url () che si usano dentro i CSS
  • Elemento di blocco (Block-level) che contiene testo o altri elementi

Vengono penalizzati i contenuti invasivi come titoli, immagini, video, banner pubblicitari e pop-up molto grandi.

FID (First Input Delay)

Il tempo che intercorre tra la prima interazione di un utente con una pagina del sito e il momento in cui il browser risponde all’azione viene misurato e valutato dal cosiddetto “First Input Delay”. La capacità e la velocità di risposta al primo input dell’utente, infatti, vengono considerati da Google elementi cruciali per garantire una buona usabilità del sito web e modellare l’impressione generale della qualità di navigazione.

CLS (Cumulative Layout Shift)

Il CLS è il risultato di due componenti: componente d’impatto e componente di distanza. La componente d’impatto è un valore che si misura in percentuale e si riferisce allo spazio occupato da un elemento nella finestra e quello che occupa dopo il suo spostamento. La componente di distanza è la distanza maggiore che un elemento instabile ricopre nel riquadro durante lo spostamento diviso per la dimensione più grande della finestra. Il prodotto di queste due componenti espresse in percentuale dovrebbe dare 0,1.

Come migliorare i core web vitals

Per migliorare i core web vitals si dovrebbero apportare alcune azioni correttive, tra cui: ridurre le dimensioni della pagina a meno di 500 KB; limitare il numero di risorse presenti in pagina a 50; valutare l’introduzione di AMP (Accelerated Mobile Pages), un framework HTML ottimizzato per la navigazione web mobile che ha lo scopo di aiutare le pagine web a caricarsi più velocemente.

L’ottimizzazione di questi fattori ti consentirà di:

  • ottenere maggiori visite di pagina e maggiore traffico al tuo sito
  • avere sessioni di navigazione più lunghe 
  • ridurre il bounce rate
  • aumentare la soddisfazione degli utenti e di conseguenza avere più possibilità di conversione

Hai bisogno di una consulenza? CONTATTACI!

Condividi

Facebook
LinkedIn

Raccontaci la tua idea, la trasformeremo in progetto.

Raccontaci la tua idea,
la trasformeremo in progetto.

Compila il form o chiamaci allo +39 02 89745373