Come utilizzare i dati dell’e-commerce per una migliore user experience

L’utilizzo dell’analisi dei dati per informare tutto, dalla data strategy al marketing e ai piani di crescita, è fondamentale.

Per le società di e-commerce, i dati di clienti, visitatori e transazioni esistono in abbondanza.

Sfruttare questi dati per la loro massima comprensione contribuisce alla creazione, al miglioramento delle strategie di marketing e allo sviluppo della comprensione dei clienti e del cosiddetto “customer journey”.

Spesso esiste il problema che l’esperienza dell’utente (UX), e il design in particolare, non siano strettamente intrecciati con i dati.

È così: il design è fondamentale per l’esperienza dell’utente e non è indipendente dai dati.

Cosa c’entra il design con l’esperienza dell’utente?

Il design dovrebbe essere parte integrante della tua data strategy, sia per capire come si comporta il tuo progetto e come rispondono gli utenti, sia per valutare cosa succede quando modifichi gli elementi di design.

Gli elementi più visibili e interattivi del tuo sito possono e devono svolgere un ruolo chiave nel modo in cui comprendi il comportamento degli utenti e il processo decisionale.

Un certo numero di chief data officer aziendali consiglia di applicare il design thinking allo sviluppo della data strategy, creando essenzialmente un processo ciclico: i dati, compresi quelli comportamentali e le azioni dei consumatori, guidano la data strategy, che evolve continuamente man mano che vengono generati più dati.

Gran parte di questi dati riguarderà le interazioni dell’utente con gli elementi di design visivo e il content marketing, come la user interface (UI), le pagine di destinazione, i moduli e i menu a discesa e quanto siano attraenti, facili da usare, intuitivi e utili questi elementi.

Senza dati, come saprai cosa funziona meglio e come puoi migliorare in modo efficace l’esperienza dell’utente?

Creare un percorso guidato dai dati è la strada per ragionare “customer first“, nel marketing, nella progettazione / sviluppo del prodotto, nello sviluppo dei contenuti, nel targeting, ecc. – e mettere al primo posto il cliente o il potenziale cliente è ciò che si intende come user experience.

Cos’è il data driven design?

Il data driven design è costituito da dati e progettazione che si uniscono insieme, tanto è che si può parlare di data driven UX.

In che modo i dati forniscono valore, cosa possono dirci che migliorerà l’esperienza degli utenti e il motivo per cui compiono determinate operazioni?

Un approccio diverso alla progettazione dell’esperienza utente si discosta dal flusso della UX tradizionale, che è in gran parte statico e spesso basato su osservazioni e ipotesi.

Il data driven UX infatti incorpora elementi dinamici e adattivi per attivare i dati nelle implementazioni del mondo reale.

Come possono i dati confluire in prodotti “user centered” ed in esperienze “human centered”?

Il design non riguarda solo l’aspetto delle cose e quanto sono attraenti. Con il progresso della tecnologia, il design coinvolge diversi dispositivi, tipi di schermo, dimensioni e risoluzioni e deve coinvolgere attivamente gli utenti. Ma il design è fondamentalmente una prerogativa umana: a cosa rispondono le persone?

Per essere in grado di generare coinvolgimento e interattività, il design deve essere informato da dati effettivi sull’utilizzo e impiegare dati di usabilità per targetizzare gli utenti, che possono solo migliorare l’esperienza e sollecitare conversioni e acquisti.

In sintesi:
Sviluppo delle “personas”: utilizzare i dati per segmentare meglio il pubblico e scoprire chi ha già visitato il tuo sito o chi ha utilizzato il tuo prodotto? Chi sono i tuoi destinatari e i loro attributi? Chi è l’utente ideale?

Comprensione del comportamento: in che modo gli utenti interagiscono? Quali attività stanno completando sul tuo sito rispetto a quello che vuoi che facciano? Come vuoi che si impegnino? Quanto tempo viene dedicato al coinvolgimento?

User interface e flusso del “customer journey”: il design (aspetto grafico) può essere molto importante qui; l’interfaccia utente influenza i passaggi che un utente compie nel suo viaggio.

I dati possono aiutarti a capire dove gli utenti stanno intraprendendo azioni, dove stanno abbandonando il processo, quanto tempo trascorrono su schermi diversi in un processo, ad esempio in un percorso di acquisto. Forse il checkout non è intuitivo, forse le opzioni di spedizione e i costi non sono trasparenti o il design non intuitivo del viaggio nel suo insieme può influenzare il comportamento di un cliente.

Aspettative / intenti dell’utente: in che modo il design rivela l’intento dell’utente? Al contrario, come possono i dati informare e aiutare ad anticipare le aspettative degli utenti?

Come puoi integrare i dati nella progettazione per ottenere una UX basata sui dati?

Pensiamo agli esempi di progettazione basata sui dati, ovvero ai modi in cui i dati possono essere utilizzati per differenziare e creare esperienze utente uniche.

Attingere ai contenuti adattivi

In un’epoca di contenuti ed esperienze sempre più personalizzati, il contenuto adattivo è al centro di questo tipo di sforzi e può aggiungere un enorme valore alle iniziative di content marketing.

Il contenuto adattivo alimenta direttamente esperienze utente migliori poiché mira a fornire contenuti pertinenti e mirati agli utenti al livello più individuale possibile, come se fosse fatto su misura solo per il destinatario.

Il contenuto essenzialmente adattivo offre un’esperienza unica a ciascun utente. Niente più “spray-and-pray” ad alto volume, marketing e contenuti generici e statici. Invece, puoi utilizzare i punti dati dalle azioni intraprese da un utente per creare un’immagine dei loro bisogni, desideri, personalità (ad esempio, dallo sviluppo di personaggi più generici a visualizzazioni più granulari del singolo cliente) e adattarti di conseguenza.

Quali tipi di adattamenti? Ad esempio, puoi adattare l’interfaccia utente, le immagini e i contenuti che gli utenti ricevono in base alle loro attività e attributi in corso, come persona (chi è?), dispositivo (quale dispositivo, quale sistema operativo?) e contesto (quale posizione, intento ?).

Ciò può portare a tutti i tipi di adattamenti dei contenuti, inclusa la sostituzione dinamica del testo, immagini più pertinenti, informazioni basate sulla posizione e altri cambiamenti basati su dati comportamentali o basati sui cookie. I contenuti adattivi possono includere vari esempi, che vanno dalle informazioni meteorologiche locali in banner, pubblicità in lingua locale / basata sulla posizione, istruzioni specifiche o testo su misura per il tipo di dispositivo utilizzato e altre informazioni contestuali reattive e coinvolgenti sui canali.

Tutti questi sforzi si combinano per aumentare le conversioni in modo esponenziale (da 3 a 10 volte di più) e creare un’esperienza utente coinvolgente e appiccicosa.

Attingere all’hacking della crescita dell’e-commerce

Il Growth Hacking è esattamente quello che sembra: i tuoi sforzi di marketing, indipendentemente da cosa siano, dovrebbero innanzitutto essere concentrati su come raggiungere la crescita, ad es. nuovi contatti, registrazioni, iscritti, conversioni, clienti, ecc.

È possibile introdurre una serie di tattiche di crescita in una strategia di crescita dell’e-commerce per guidare queste metriche fondamentali, eccone alcune:

  • Creare home page o landing page mirate e / o personalizzate
  • Evidenziare esperienze dei clienti, testimonianze e recensioni pertinenti
  • Eseguire A/B test delle pagine del sito, inclusi i vari titoli, testi, immagini, utilizzo di video, lunghezza di testo o video, ecc.
  • Utilizzare pop-up per iscriversi a determinate attività o all’uscita da una pagina / sito
  • Suggerimenti di cross-sell e up-sell in base ai dati di acquisto
  • Retargeting degli annunci e monitoraggio delle prestazioni
  • Campagne stagionali o limitate nel tempo su misura per l’utente
  • Aggiungere un popup di chat / conversazione dal vivo per interagire con gli utenti
  • Pensare costantemente e attivamente agli elementi visivi: fai risaltare visibilmente pulsanti e offerte
  • Concentrarsi sulla fornitura di prestazioni elevate, anche se gli utenti non se ne accorgeranno a meno che le prestazioni non stiano andando bene. Ad esempio, i tempi di caricamento della pagina, che influenzano quanto gli utenti permangono nella pagina, interagiscono con la pagina, convertono. Allo stesso modo l’ottimizzazione delle pagine per una navigazione fluida contribuirà in maniera efficace all’aumento delle prestazioni complessive e dell’esperienza utente.

Fornire un’esperienza utente progressivamente migliore

La complessità dell’esperienza utente non è da sottovalutare.

I consumatori si aspettano sempre di più e si aspettano di compiere esperienze di navigazione personalizzate.

La progettazione deriva dai dati e dalle intuizioni dell’esperienza utente e si evolve costantemente per offrire un’esperienza utente in continuo miglioramento.

L’utilizzo dei dati del tuo e-commerce per creare una migliore UX richiede un’efficace analisi di dati per approfondire i comportamenti e le interazioni degli utenti, il nostro team è a tua disposizione per fornirti, oltre la consulenza, anche le strategie e le tattiche migliori per avere successo.

Condividi

Facebook
LinkedIn

Raccontaci la tua idea, la trasformeremo in progetto.

Raccontaci la tua idea,
la trasformeremo in progetto.

Compila il form o chiamaci allo +39 02 89745373