Logo Digi Tools
Cerca
Close this search box.

E-commerce per il retail: ecco 5 trend da non perdere nel 2021

Quali sono le previsioni per il settore del retail nel 2021? Un solo grande imperativo: la digitalizzazione di questo mercato.

Il settore della vendita al dettaglio ha subito grossi cambiamenti e un’accelerazione nello sviluppo delle tecnologie digitali a seguito della pandemia da Covid-19. Sì perché da un giorno con l’altro i consumatori si sono ritrovati a dover modificare il proprio modo di fare acquisti, e di conseguenza anche i rivenditori hanno dovuto ripensare le logiche degli scambi di merci. 

 

 

In base a un sondaggio condotto dall’Euromonitor International a novembre il 72% dei lavoratori nel commercio al dettaglio avrebbe affermato che la crisi avrebbe comportato un’accelerazione di uno o due anni nei loro piani di digitalizzazione, mentre per il 21% questa numerica sale addirittura a tre anni.

Per venire incontro alle rinnovate esigenze del mercato e dei consumatori i rivenditori del retail hanno quindi giustamente intensificato le strategie di e-commerce: sei pronto a scoprire quali sono le tendenze in questo ambito per il 2021 secondo quanto indicato da Forbes?

1. E-commerce, avanti tutta

Proprio la digitalizzazione è uno dei passaggi cruciali e fondamentali a cui il mondo del retail si dovrà adeguare sempre più velocemente. Sempre stando a quanto riportato dall’Euromonitor International, infatti, è stato stimato che il 17% dei beni nel 2021 verrà acquistato online: quasi il doppio rispetto al 2016.

Nel 2020, a livello globale, l’acquisto di merci acquistate su e-commerce è aumentato del 24%, mentre le vendite in negozio sono calate del 7%. La pandemia da Covid-19 non ha fatto altro che accelerare questo passaggio al digitale, rendendo sempre più dei clienti affezionati coloro che, una volta ritrovatisi chiusi in casa, hanno cominciato a fare acquisti online.

Per il futuro Euromonitor prevede che fra il 2020 e il 2025 il tasso di crescita annuo dei beni acquistati via e-commerce salirà del 9,5%. Sempre entro il 2025 poi, l’azienda di ricerche di mercato ha previsto che le vendite online rappresenteranno il 21% della spesa totale al dettaglio.

2. Parola chiave ottimizzazione

L’ottimizzazione è e sarà sempre di più il fulcro dello sviluppo delle vendite retail online. Sono già diversi i mercati che lo scorso anno si sono posizionati in modo da gestire un maggior volume di traffico sull’e-commerce per il prossimo futuro. Secondo l’E-commerce Readiness Model dell’Euromonitor International, infatti, il mercato retail a livello globale potrebbe sostenere più di 77,7 miliardi di dollari di vendite generate dall’e-commerce, senza andare a espandere o modificare la propria infrastruttura.

La crescita è prevista sia in ambiti già noti al mondo online, come l’abbigliamento, che anche a settori meno avvezzi all’e-commerce, come quelli del cibo fresco e delle bevande alcoliche, che si stima abbiano un potenziale di 38,5 miliardi di dollari a livello globale. 

3. Spesa online che passione

La pandemia da Covid-19 ha portato anche un significativo cambiamento nel mondo dello shopping alimentare. A livello globale infatti, lo scorso anno il mercato degli alimentari ha visto un forte incremento nelle vendite online, complici anche le restrizioni e i lockdown a cui sono stati costretti gli abitanti di molti Paesi del mondo. Lo scorso anno l’e-commerce di alimenti e bevande ha visto una crescita del 53%, la più alta rispetto a qualsiasi altra categoria di prodotto.

Sicuramente l’avanzamento del piano vaccinale porterà nuovamente i consumatori all’interno dei negozi di alimentari fisici, ma comunque le vendite online non accenneranno a diminuire, anzi. Secondo l’Euromonitor entro la fine del 2021 il mondo e-commerce di alimenti e bevande vedrà un’espansione dell’8%. In questo scenario i rivenditori di generi alimentari dovranno dare priorità all’efficienza operativa, migliorando i centri di smistamento degli ordini e introducendo la consegna automatizzata.

4. L’America Latina in testa per il retail sugli e-commerce

Per lungo tempo l’America Latina è rimasta tagliata fuori dal mondo del commercio online, per via di diversi fattori sia culturali che strutturali. Con la pandemia da Covid-19 però questa zona del mondo ha visto una crescita esponenziale proprio in questo metodo di vendita: l’America Latina è stato il Paese, secondo l’Euromonitor, con la crescita maggiore rispetto a qualsiasi altra zona del globo, con un aumento del 60% nelle vendite retail tramite e-commerce.

Molti rivenditori hanno utilizzato le piattaforme social, come Facebook, Instagram e WhatsApp per facilitare le interazioni con i consumatori lungo la fase di acquisto, come Walmart, che in Messico ha permesso alle persone di ordinare prodotti via WhatsApp. Questa crescita significativa nella vendita online di beni in questa area del mondo proseguirà anche nel 2021, con un incremento del 16%. La previsione è che sia il Messico a guidare questa espansione, riducendo il divario con il più grande mercato online dell’area, rappresentato dal Brasile. 

5. I cambiamenti per la consegna dell’ultimo miglio

La consegna dell’ultimo miglio ha visto un incremento nei costi a cui si sono affiancate le preoccupazioni per l’ambiente generate dal boom del commercio elettronico. Le strategie di consegna all’ultimo miglio sono state e sono tutt’ora al centro dell’attenzione. 

In questo senso i rivenditori si stanno spostando sempre di più verso nuove logiche, come quella del click-and-collect, per cui viene chiesto ai consumatori di recuperare gli articoli in luoghi specifici. O ancora si fa ricorso alla robotica high-tech, che consegna i prodotti o gli alimenti direttamente a casa del consumatore. 

La digitalizzazione del mondo del retail non è ormai più solo un eco lontano e distante, che è possibile ignorare. Con la pandemia questa esigenza di rivoluzionare le logiche e le tecnologie della vendita al dettaglio sono diventate impellenti e sempre più presenti, e lo saranno sempre di più negli anni a venire.

L’e-commerce per la tua attività retail ti sta aspettando! 

Condividi

Facebook
LinkedIn

Raccontaci la tua idea,
la trasformeremo in progetto.

Compila il form o chiamaci allo +39 02 89745373