Secondo un’analisi di Similartech effettuata su circa 1 milione di campioni, il numero di siti che hanno che hanno pubblicato i post o i widget di Instagram hanno superato quelli che hanno incorporato i medesimi di Twitter.

L’analisi ha riguardato siti di brand, di editori e di siti di ecommerce ed ha evidenziato che il sorpasso è avvenuto nell’ultimo quadrimestre del 2016.

Non sono ben chiare le ragioni che hanno portato a tale sorpasso, sicuramente ha aiutato la forte crescita di utenti di Instagram, visto che il numero di utenti mensili è salito dai 400M del Settembre 2015 ai 600M del Dicembre 2016, ma non si spiega bene come mai c’è stato un forte picco nel Maggio 2016 dove il numero dei siti che incorporavano Instagram saliva del 77% mese per mese.

Gli analisti individuano anche un altro fattore che ha contribuito a tale crescita: il cambiamento da un feed di tipo cronologico inverso in favore di uno di tipo algoritmico che “rankava” i post in base a quello che gli utenti erano più intenzionati a vedere.

Un’altra ragione potrebbe essere stata che le Aziende, per paura che gli utenti fossero meno predisposti a vedere il proprio brand su Instagram hanno deciso di incorporare i post e i tasti di follow e di condivisione sul proprio sito web, per far crescere l’audience e consentire agli utenti di citare il brand nel proprio feed.

Fonte Marketingland.com